Nuovi prodotti

Nuovi prodotti
Tutti i nuovi prodotti
Spirulina: l'alga delle meraviglie.

Spirulina: l'alga delle meraviglie.

Vi siete mai chiesti quanto le nostre abitudini e stili di vita hanno un impatto sull’ambiente?

L’individuo necessita, per vivere, di proteine, aminoacidi, vitamine, sali minerali. Per la produzione di queste sostanze tra allevamenti e agricoltura tradizionale si fa uso di enormi risorse e creano notevoli problemi ambientali.

Con questo problema ben impresso in mente un ricercatore universitario di nome Antonio Ida, in collaborazione con Stefano Lanzoni, un produttore agricolo di mais, hanno voluto scommettere su una coltura diversa, alternativa, quanto più a basso impatto ambientale possibile: La Spirulina.

La Spirulina, con questo nome così simpatico, è il nome di un’alga che cresce solitamente in bacini acidi e caldi, ma che ormai viene coltivata ormai in tutto il mondo in bacini artificiali, possiede quasi tutti gli elementi necessari all’uomo, e per questo viene considerato un superfood, un potente integratore alimentare naturale.

La spirulina ha un bassissimo indice calorico, in più contenendo fenilalanina (che ha azione sul sistema nervoso centrale) è in grado di indurre senso di sazietà. Apprezzatissima dagli sportivi per il suo alto apporto di sali minerali e vitamine, contiene anche alte concentrazioni di leucina, isoleucina e valina, cioè 3 importanti amminoacidi ramificati che risultano essere indispensabili per la ricostituzione del tessuto muscolare dopo una prolungata attività fisica. Viene considerata inoltre anti-anemia, grazie al suo alto contenuto di ferro. Consigliata a tutti i vegetariani che durante i caldi afosi evitano i legumi (loro principale fonte di proteine).

La scommessa di Antonio e Stefano è stata vinta poiché a differenza dei loro concorrenti che hanno puntato solo ed esclusivamente su prodotti finito hanno voluto promuovere il consumo alimentare della spirulina, perché di alimento si tratta.

I loro clienti sono, nella maggior parte dei casi, persone che già consumano spirulina, ma che si rivolgono a prodotti da erboristeria o a pillole a causa del saporaccio (simile al pesce) dell’alga. Il fatto è che il sapore deriva anche dal modo in cui viene coltivata e prodotta.

Antonio e Stefano hanno perciò cercato di lavorare sul gusto, sviluppando una sorta di “ricetta” che consente di offrire maggiore gradevolezza al palato. «Essenzialmente si lavora sui sali minerali forniti all’alga, sul metodo di raccolta e sulla disidratazione. La combinazione di questi elementi consente di variare anche considerevolmente il gusto della spirulina». Non a caso uno dei progetti in essere riguarda la coltivazione di spiruline “su misura” per cuochi: «a seconda dei piatti che vogliono presentare, possiamo proporre un prodotto più o meno forte, saporito ecc.».

Sul nostro store siamo orgogliosi di ospitare i loro prodotti e farvi conoscere il loro prodotto: SpirulEat

Leave a Reply